<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=228239434375765&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

03 NOVEMBRE, 2017   |   Lettura 6 min

Le 10 caratteristiche di un buon sito web (con focus sulla homepage)

author

27-caratteristiche-di-un-buon-sito-web.jpg

Aspetti-chiave senza i quali un sito non riuscirebbe ad assolvere la sua funzione principale, quella di aumentare conversioni e vendite per l'azienda. Ecco le caratteristiche di un buon sito web.

L'obiettivo di un sito è quello di presentare l'azienda e convincere le persone a scegliere i suoi prodotti o servizi. Il successo del sito (e dell'azienda) sta nel modo in cui questa presentazione viene effettuata. Al bando ogni tipo di auto-referenzialità: ogni elemento del sito deve risultare utile per chi lo naviga e convincere l'utente a ritornare.

Grazie alla checklist che segue, puoi controllare subito se il tuo sito aziendale possiede questi requisiti e soprattutto individuare i punti deboli sui quali intervenire.

Le 10 caratteristiche vincenti di un sito web aziendale

  1. Il sito web deve comunicare in modo immediato di cosa si occupa l'azienda e a quale target di clientela si rivolge (posizionamento del brand). Ogni pagina deve risultare il giusto mix di testo e immagini: queste ultime se sovrastanti, distraggono l'attenzione del visitatore. Se invece ci sono troppe parole, il rischio è di annoiare e quindi non attirare il potenziale contatto.

    Il risultato ottimale si ottiene equilibrando i giusti elementi ma soprattutto non avendo timore di "restringere il campo", rivolgendosi solo ad una detrminata nicchia di persone. La specializzazione è una carta vincente: più diventi un punto di riferimento per il tuo settore di competenza, più le persone non avranno bisogno di fare confronti né di cercare alternative più economiche.

  2. Un buon sito web deve aver ben chiaro l'obiettivo anelato da parte dell'azienda e comunicarlo in maniera chiara alle persone. Scontato? Ebbene, rimarresti sorpreso nel vedere quanti siti che vendono prodotti non hanno un pulsante "ACQUISTA SUBITO" o "COMPRA ADESSO!" sulla loro homepage.

    Se invece il tuo sito non è commerciale, allora è preferibile una chiamata all'azione (Call-to-Action) che rimandi ad un contatto o alla sottoscrizione di una newsletter per rimanere aggiornati, come nel caso di un blog d'opinione ad esempio.

    Lo scopo dell'azienda deve essere inequivocabile e il punto in cui compiere l'azione desiderata, ben visibile. Non si tratta di essere troppo "sfacciati": le persone vogliono sapere cosa fare esattamente, altrimenti si sentono perdute.

  3. Assicurati che ogni singolo elemento del tuo sito, sia testuale che visuale, abbia uno scopo. Un buon sito web non presenta nulla di superfluo. Questo vale anche per i colori: un sito multi-color non è detto che attragga meglio l'attenzione di uno monocromatico. Pensa a quante persone trascorrono ore ed ore della loro giornata su Facebook: il potente social media ha scelto il blu come colore dominante.

    Anche Google, per quanto utilizzi tante sfumature e disegni per rendere più accattivante il suo logo, presenta sempre una pagina bianca. Lo hai notato? Troppi elementi, soprattutto se fini a se stessi, distraggono e in alcuni casi irritano il visitatore, seppur a livello inconscio. La regola è: se non serve a nulla e puoi farne a meno, eliminalo. Per questo è importante rimanere sull'essenziale e privilegiare sempre la funzionalità all'estetica, nel momento in cui strutturi il tuo sito web. Scopri le novità del design "intelligente" che lavora per te!

Una pratica checklist da non perdere, con ben 31 caratteristiche di un sito top che converte!

  1. Fai in modo che le informazioni essenziali siano chiare, dirette e facilmente comprensibili. È fin troppo risaputo che ai giorni nostri nessuno legge una pagina web o un articolo per intero. Ma le informazioni che hai da dare sono tante! La soluzione sta nell'organizzare i testi in modo facile e veloce da leggere.

    La presentazione dei contenuti è un aspetto-chiave da curare, per un buon sito web: il segreto sta nel favorire la "SCANNERIZZAZIONE" delle parole, attraverso l'uso sapiente di grassetti, corsivi e maiuscolo. Anche lo spazio bianco, se adoperato in modo opportuno, è indispensabile per la corretta comprensione del testo.

  2. Ovviamente anche l'aspetto più prettamente tecnico è fondamentale: un buon sito web deve avere un codice pulito e senza errori.

  3. L'interfaccia di navigazione deve essere facile e intuitiva, il design user-friendly per agevolare gli spostamenti delle persone da una pagina all'altra e all'interno del menù. È evidente che, se gli utenti non trovano ciò che stanno cercando in maniera veloce e semplice, lasceranno il tuo sito per andare a trovare altrove ciò di cui hanno bisogno (ergo dalla tua concorrenza!).

    A questo proposito, verifica ad esempio se sul tuo sito web aziendale sono presenti: a) icone. Le persone adorano le immagini e le illustrazioni. b) link. Per surfare con agilità tra un contenuto e l'altro, avendo l'accortezza di facilitare sempre il ritorno in homepage dell'utente. c) indicazioni. Ricordi la storia di Hansel e Gretel e delle briciole disseminate nel bosco per ripercorrere la strada e rientrare a casa?

    Questa tattica si chiama breadcrumb navigation: significa inserire un certo tipo di contenuti in modo strategico nelle pagine del sito, in modo da guidare il vsitatore e condurlo -mano nella mano- ad un livello sempre più profondo del sito (quindi sempre più vicino alla conversione).

  4. Un buon sito web è un sito veloce. Ogni pagina deve caricarsi in pochissimi secondi. Le persone hanno sempre più fretta. Spesso utilizzano internet per studiare o lavorare, per trovare indicazioni, per fornire risposte a terze persone. Non hanno tempo da perdere e vogliono non solo una risposta ai loro quesiti: vogliono la migliore possibile e nel minor tempo possibile. Qui trovi utili consigli per velocizzare il caricamento del tuo sito web.

  5. Tra le caratteristiche di un buon sito web non può mancare la sua capacità di essere fruibile su diversi browser (se il 99% delle persone utilizza Chrome, sappi che c'è anche Firefox, Opera, Safari, Explorer e via di seguito).

  6. Ovviamente il tuo sito web per annoverarsi tra quelli "buoni" e quindi favoriti da Google e acclamati dal pubblico, deve risultare responsive e quindi adattabile a qualsiasi tipo di device mobile, tra cui tablet e smartphone. Scopri come ottimizzare il tuo sito da questo punto di vista.

  7. E infine: un buon sito web deve essere aggiornato! I contenuti rappresentano il cuore pulsante di un sito web, ciò che lo mantiene in vita e lo alimenta giorno dopo giorno.

Focus sulla homepage: 10 elementi cruciali per la pagina più visibile del tuo sito web

Perché la homepage è così importante? Perché la maggior parte delle persone comincia la navigazione del tuo sito web proprio da qui. E perché non hai MAI una SECONDA possibilità per fare una PRIMA buona impressione. È per questo che ci soffermiamo sulla homepage, che rappresenta uno dei pilastri del tuo sito web. 

Il suo obiettivo è quello di trasformare il più possibile il traffico generato in conversioni: che si tratti di lead, quindi nuovi contatti, oppure direttamente di clienti paganti.

Se il tuo obiettivo è ora quello di aumentare il tasso di conversione della tua homepage, ecco i consigli da mettere subito in pratica:

  1. Titolo chiaro e forte: in meno di 3 secondi, il tempo di leggere e recepire la frase di apertura del tuo sito web, il visitatore deve comprendere in modo esatto cosa offri e cosa fai. 
  2. Sottotitolo: indispensabile per lanciare un secondo messaggio, anch'esso inequivocabile ma complementare. E soprattutto dall'elevato potere attrattivo. Il plus della tua offerta, irresistibile e differenziante, rispetto alla concorrenza.
  3. Call-To-Action esplicita. Possiamo dire che una homepage di un buon sito web deve contenere 2 o 3 CTA, chiare e dirette. La prima di queste dovrai collocarla in cima alla pagina, ben visibile allo sguardo senza scorrere il cursore del mouse verso il basso.
  4. Immagine di apertura. Che sia una galleria di immagini o un mini-video, questo elemento è indispensabile per catturare l'attenzione di chi visita il tuo sito web per la prima volta. La maggior parte delle persone è "visual", le emozioni che si provano guardando un'immagine non sono paragonabili a quelle di una frase di cinque-sei parole, per quanto studiate in modo strategico.
  5. Vantaggi. La homepage del tuo sito web aziendale deve contenere tutti i benefici che derivano all'utente, se decide di acquistare il tuo prodotto o servizio. A nulla servono descrizioni-prodotto o schede tecniche. Perché devo acquistare ciò che mi proponi? Quale problema risolvo o quale opportunità imperdibile colgo?
  6. Riprova sociale. Se altre persone consigliano quel prodotto e le recensioni sono positive, il tasso di conversione della tua homepage si innalza. Nessuno ama "i salti nel buio" e sapere che già altri consumatori hanno acquistato quel prodotto e ne sono rimasti soddisfatti, aiuta a comprare.
  7. Navigazione certa. Il tuo nemico in questo caso si chiama bounce rate (frequenza di rimbalzo): se la tua home page è disordinata, le persone non esiteranno ad abbandonarla. Indica con chiarezza il percorso da seguire, accompagna il visitatore step dopo step e inserisci sempre il box "cerca" per chi vuole "tutto e subito".
  8. Risorsa gratuita. La homepage deve contemplare tra i suoi vari elementi, una content offer assolutamente GRATIS: un pdf da scaricare, una checklist, una guida, un e-book. Non solo una gratificazione instantanea per chi ha visitato il tuo sito ma il modo migliore per ottenere un nuovo contatto (indirizzo e-mail in cambio della risorsa da scaricare).
  9. Miniera di contenuti d'oro. Non tutti coloro che atterrano sulla tua homepage sono pronti ad acquistare i tuoi prodotti. Offri sempre un motivo per prolungare la navigazione oppure per ritornare a farti visita: un'idea efficace è rappresentata ad esempio dall'anteprima degli ultimi articoli pubblicati nel blog.
  10. Dati statistici...di successo. Funzionano come una calamita, per attirare nuovi contatti! Contatori, statistiche di gradimento, followers...insomma indicatori dei numeri del tuo business...a patto che siano vincenti!

Queste sono le caratteristiche che accomunano tutti i siti web di un certo standard qualitativo, che trovi navigando sul web. Per il salto di qualità però ti consigliamo di leggere la pratica checklist GRATUITA che trovi qui pronta da scaricare: parliamo anche di SMART design, l'ultima frontiera per i siti web CHE CONVERTONO!


 
Una pratica checklist da non perdere, con ben 31 caratteristiche di un sito top che converte!


Ti è piaciuto l'articolo? Non dimenticare di condividerlo


Oppure lascia un commento


Pepyta
Dove siamo
Lugano

Ander Group SA
Via Campagna 13
CH-6982 Agno - Lugano
+41 91 966 99 66

Zurigo

Ander Group AG
Beethovenstrasse 5
CH-8002 Zurich
+41 44 493 94 94

Losanna

Ander Group SA
Av. du Theatre 7
CH-1002 Lausanne
+41 21 944 00 44

Partner
Social