<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=228239434375765&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

12 GENNAIO, 2018   |   Lettura 4 min

Come posizionarsi su Google Maps e trovare clienti in zona

author

Come_posizionarsi_su_Google_Maps_e_trovare_clienti_in_zona

Non c’è dubbio che per le attività locali, Google rappresenti una grande opportunità. Essere trovati mentre si digita un’informazione, la richiesta di un servizio o di un prodotto nelle vicinanze, significa assicurarsi un cliente. Google è un motore a trazione locale. Nel tempo ha sostituito le Pagine Gialle in questa funzione, per cui attraverso di esso è possibile trovare tutte le attività commerciali e di servizi presenti nella nostra città.

Questa funzione è amplificata dal fattore mobile: grazie alle connessioni da smartphone è possibile trovare tutto ciò che ci serve entro un raggio dal punto in cui ci troviamo, anche se non specifichiamo il nome della città. Se mi trovo a Lugano e sto cercando un ristorante, non sarà necessario scrivere “ristorante Lugano” per trovarlo, ma la semplice digitazione di “ristorante” basterà a farmi trovare i locali presenti vicini al punto in cui mi trovo. E in real-time, se mi sposto, Google è in grado di darmi le informazioni corrette attraverso l’applicazione di Google Maps.

Le mappe di Google sono integrate quindi in ogni ricerca nella quale è possibile mostrare delle attività locali. Queste sono naturalmente le più disparate e appartengono a svariate attività commerciali. Ma come faccio a far vedere il mio sito nel box di Google Maps presente nella prima pagina di Google? Come faccio a far visualizzare il mio sito, il mio indirizzo e numero di telefono nei 3 posti messi a disposizione da Google?

I fattori di posizionamento su Google Maps nel 2018

I fattori di posizionamento su Google si pensa che siano più di 200, essi concorrono a scolpire i criteri di indicizzazione, consentendo al motore di ricerca di stilare le graduatorie (ranking) per tutte le parole chiavi possibili. Le combinazioni sono infinite, ma i fattori che influiscono maggiormente nel posizionamento sono: 

  • La bontà e l’autorevolezza del contenuto
  • Il profilo di link building
  • Lo sviluppo del traffico
  • L’utilizzo corretto delle keyword
  • Evitare le penalizzazioni
  • Avere un’ottimizzazione corretta e priva di errori
  • Velocità nel download
  • Sicurezza delle informazioni
  • Leggibilità da dispositivi mobile

Questi fattori sono validi anche per il posizionamento su Google Maps, nel local box situato in testa alla prima pagina. Ma per ottenere risultati più coerenti con la ricerca, è necessario fare dei passi importanti.

1. Crea e ottimizza la scheda di Google My Business

Google My Business è un servizio per le attività locali fornito gratuitamente da Google. Compilare la scheda, farla verificare è il primo passo per ottenere la visibilità sul local box. Per realizzare occorre un account gmail e fornire delle informazioni quanto più corrette e precise.

  • Creare la scheda Google My Business
  • Inserisci il tuo sito nella categoria corretta dal punto di vista commerciale
  • Cerca di sollecitare l’ottenimento di recensioni positive
  • Rispondi alle recensioni, soprattutto quelle negative
  • Cura tutte le recensioni, non solo quelle presenti su Google My Business ma anche altrove
  • Aggiungi foto e video di qualità del tuo business
  • Usa immagini ad alta risoluzione degli interni, degli esterni e del personale
  • Ottimizza le immagini in modo che aderiscano esattamente alla categoria di appartenenza
  • Aggiorna frequentemente la pagina di Google My Business con novità ed eventi in zona

2. Costruisci un profilo di link building locale

I link in entrata sono rilevanti per il tuo sito, in quanto determinano un miglioramento nel posizionamento, consentono di acquisire autorevolezza e stabilità nel tempo. Ma i link fanno bene sono solo se apportano un valore positivo. Scarta sempre le opportunità di link building troppo facili, perché sono prive di qualità e di controllo editoriale. Nel caso della presenza sul local box di Google Maps, invece concentrati su link di qualità provenienti da fonti locali.

3. Utilizza sempre lo stesso indirizzo terrestre

La distanza geografica dal punto in cui ci troviamo e il luogo dove si trova l’attività è fondamentale per essere trovati. Google tenderà sempre a preferire i risultati “geograficamente” più vicini alla nostra posizione di utenti. Se vogliamo far trovare la posizione agli utenti, potenziali clienti, dobbiamo mantenere una certa coerenza nella scrittura dell’indirizzo fisico. L’indirizzo va sempre riportato nella formula canonica, via, numero civico, codice avviamento postale e città. E online dev’essere presente, possibilmente, in quest’unica formula. L’incoerenza e la presenza di informazioni differenti possono confondere il motore di ricerca, minando le possibilità di essere posizionati su Google Maps.

4. Ottieni citazioni locali

Le citazioni (citations) sono diverse dai link in entrata. Il numero delle volte che il mio indirizzo, la sede aziendale in sostanza, è presente sul web può influenzare il posizionamento sulle mappe. Usa i social network e gli aggregatori o le directory locali, di un certo valore, per aumentare questa presenza, non dimenticando mai la coerenza illustrata al punto 3.

5. Lavora bene e ottieni buone recensioni

Le recensioni lasciate su siti come Google, attraverso la scheda di cui sopra, Facebook e altri portali sono importanti per fare business. Cerca di ottenerle dai tuoi clienti soddisfatti, dando loro qualcosa in cambio.

6. Usa i dati strutturati

Nel Search Console di Google c’è una sezione dedicata ai dati strutturati formati dai microformati. Usarli può decisamente aiutarti a definire meglio la localizzazione geografica del tuo business, usando ad esempio le coordinate nel codice JSON-LD. Per un'analisi dei microformati e dei dati strutturati puoi leggere la guida di Google.

7. “Localizza” bene il tuo sito

Utilizza le mappe di Google da incorporare nella pagina dove siamo, crea meglio una pagina altamente localizzata, inserendo la località nell’indirizzo della pagina.

8. Se hai un telefono fisso, sfruttalo

Il telefono fisso non viene quasi più utilizzato, ma è ancora diffuso in ambito commerciale. Ha la qualità di possedere un elemento local di alto livello, come il prefisso telefonico. Utilizzarlo nell’indirizzo aiuta a definire meglio la “localizzazione” del sito.

9. Ottimizza ogni aspetto rilevante del sito

L’ottimizzazione base è importante: inserire il nome della località nel title tag della pagina da posizionare o della home page, aiuta il posizionamento in quella specifica località. Fai altrettanto con la descrizione (meta description) sfruttando lo spazio offerto da Google: da 50 a 60 caratteri per il title tag e da 150 a 160 caratteri per la descrizione. Se utilizzi un sito in Wordpress è necessario installare uno dei popolari plugin SEO, che consentono di ottimizzare al meglio queste impostazioni.

10. Velocizza il sito e rendilo leggibile da mobile

Ormai più della metà delle connessioni si ottengono da dispositivi mobile come tablet e smartphone. I secondi, soprattutto, pongono dei problemi di leggibilità del sito, in quanto hanno display piccoli, orizzontali. Per questo motivo è fondamentale che il sito abbia una chiara leggibilità da mobile, con un formato grafico “responsive” che cioè si adatta alle dimensioni dello schermo.


 
Come posizionarsi su Google Maps e trovare clienti in zona


Ti è piaciuto l'articolo? Non dimenticare di condividerlo


Oppure lascia un commento


Pepyta
Dove siamo
Lugano

Ander Group SA
Via Campagna 13
CH-6982 Agno - Lugano
+41 91 966 99 66

Zurigo

Ander Group AG
Beethovenstrasse 5
CH-8002 Zurich
+41 44 493 94 94

Losanna

Ander Group SA
Av. du Theatre 7
CH-1002 Lausanne
+41 21 944 00 44

Partner
Social